La chimica del latino


"La chimica del latino" è un progetto di avanguardia didattica proposto dal Prof. Zenoni alle classi prime del Liceo Linguistico.

Si tratta di una sperimentazione "sul campo" del metodo valenziale per l'apprendimento del latino, sulla scorta delle teorizzazioni del linguista francese Lucien Tesnière. Egli, basandosi sulla centralità nella frase del verbo e sulle sue valenze (argomenti necessari affinché la frase sia grammaticale), aveva cercato, già nel secondo dopoguerra, di fondare una "grammatica universale", tanto delle lingue classiche, quanto di quelle moderne. L'insegnamento delle lingue antiche e straniere sulla base di questo modello, benché suggerito nelle "Indicazioni Nazionali" dei Licei, trova però scarsa applicazione in una pratica didattica ancora deduttiva e normativa.

Il progetto, condotto con la collaborazione del CQIA (Centro per la Qualità dell'Insegnamento e dell'Apprendimento) dell'Università degli Studi di Bergamo (https://www.unibg.it/ricerca/strutture-ricerca/centri-ateneo/cqia) si pone l'obiettivo di motivare all'apprendimento del latino, di stimolare la riflessione tra lingue, di attuare un'analisi previsionale della frase a partire dal verbo, attore principale del piccolo dramma della frase. Ha anche l'obiettivo di innescare pratiche virtuose tra Istituti bergamaschi, nell'ottica di una rete di "buone prassi".

Un primo bilancio del progetto, che sarà articolato in 8 incontri pomeridiani di 1.5 h, è sul blog FebbredaConvitto all'url https://febbredaconvitto.wordpress.com/2018/11/14/la-chimica-della-latino/

Prof. Matteo Zenoni

Ultima modifica il 16-02-2021 da MATTEO ZENONI